Perché i colori dell’arcobaleno vengono collegati sempre nello stesso modo ai vari chakra? In che modo viene fatta questa associazione?

 

Perché a ogni punto energetico viene associato uno specifico colore?

I 7 centri chiamati chakra vengono descritti come “ruote di energia” situati in punti ben precisi in prossimità della colonna vertebrale. Sono collegati da flussi energetici e rappresentano i diversi livelli vibrazionali dalle diverse caratteristiche.

Mantenere l’equilibrio dei chakra è importante perché la disarmonia porta a cambiamenti anche a livello emotivo e del pensiero; ciò può ripercuotersi sul sistema immunitario e nervoso.

 

 

Ogni chakra vibra a una particolare frequenza, e l’uso del colore aiuta a “pulire” questa frequenza da interferenze. Un chakra non “è” necessariamente del colore ad esso normalmente associato (i veggenti usano la loro sensibilità per vedere l’aura e i centri energetici, e dicono che questi appaiono di colori diversi anche da persona a persona), tuttavia se un chakra viene trattato con un determinato colore potrà essere messo in risonanza con le caratteristiche di quel colore, in modo da far emergere in modo armonioso le qualità e caratteristiche connesse a quel chakra.

 

Nel lavoro con i Mandala è frequente usare i colori come armonizzatori: vediamo quali sono le associazioni tra chakra e scelta cromatica.

 

ROSSO: primo chakra, rafforza l’energia fisica, il coraggio, la stabilità e il radicamento. Collegato all’elemento Terra.

 

ARANCIO: secondo chakra, è in relazione con l’emotività, la creatività, l’empatia e l’elemento Acqua.

 

GIALLO: terzo chakra, riguarda la volontà, l’individualismo, il carisma e la gioia. Stimola l’attenzione e i riflessi; in relazione con l’elemento Fuoco.

 

VERDE: è il chakra del cuore, rilassa il respiro (elemento Aria) e induce apertura, amore incondizionato ed equilibrio.

 

BLU: quinto chakra, riguarda la comunicazione della propria verità interiore, la responsabilità e l’onestà.

 

INDACO: noto anche come “terzo occhio“, un sesto chakra aperto indica intuizione e capacità di vedere e prevedere.

 

VIOLA: settimo chakra, permette di ritrovare una dimensione spirituale che trascende il Sé e la realtà materiale.

 

Per info, corsi e consulenze: mailto:info@innerart.it

1 commento

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *