Per quanto i colori abbiano una valenza psicologica universale di fondo, le differenti culture hanno conferito alle diverse tonalità significati e connotazioni anche molto diverse tra loro. Vediamone alcune.

 

 

Cristianesimo

Bianco: verità assoluta, fede, purezza, inizio di una nuova vita.

Nero: notte, inferi, morte, lutto.

Verde: castità, speranza; ma anche follia, tentazione, degrado morale.

Blu: viene associato a Maria; castità, buona reputazione lealtà, saggezza.

Giallo: luce, fonte di vita

Rosso: colore associato ai Serafini, alla passione di Gesù e al sangue versato.

Porpora: amore per la verità, regalità.

Viola: penitenza, conversione, attesa.

 

 

Buddismo

I colori sono associati a un’Illusione (valenza negativa) che può trasformarsi nella relativa Virtù.

Bianco: dall’ignoranza alla conoscenza della realtà.

Nero: notte, caos; ma questo caos è necessario perché è da qua che parte la creazione. Le divinità terrifiche del caos e dell’ignoranza possono trasformarsi in risveglio: il male non viene annientato ma trasformato.

Giallo: (ha la stessa valenza dell’arancione, come se fossero sfumature dello stesso colore). Orgoglio che può trasformarsi in saggezza sulla propria identità. Anticamente gli abiti dei criminali erano di questo colore e Buddha lo scelse per rappresentare la propria umiltà e separazione dalla società. Oggi è simbolo di rinuncia ai desideri, rappresenta radicamento e imparzialità, non-attaccamento.

Blu: dalla rabbia alla saggezza, devozione e spiritualità.

Turchese: le pietre usate per i mala purificano i peccati, e sono associate alla guarigione.

Verde: dalla gelosia alla saggezza, autorealizzazione, giovinezza, dinamismo e azione.

Rosso: dall’attaccamento al potere e passione, alla saggezza del discernimento; questo colore è spesso usato per dipingere gli edifici sacri ed è considerato di buon auspicio.

 

 

Induismo

Le caste sono state ufficialmente abolite, ma di fatto la vita quotidiana continua come se fossero ben presenti.

Bramini: bianco (luce e purezza).

Guerrieri o Governanti: rosso (energia e passione).

Mercanti e Artigiani: giallo (colore della terra).

Servitori: nero (colore dell’oscurità).

Intoccabili (pulizia delle strade e professioni impure): non sono nemmeno associati ad un loro colore poiché sono considerati invisibili.

 

 

Il Feng Shui indiano (Vatsu)

Bianco: purezza, sacralità.

Nero: oscurità, depressione.

Rosso: vitalità, forza, energia.

Giallo: attività mentale, scaccia la paura.

Verde: rigenerazione, crescita, calma.

Blu: colore del cielo, ispirazione, fortuna, doti artistiche, femminilità.

Viola: colore spirituale collegato al potere.

Arancio: sacralità del fuoco, saggezza, beatitudine.

Grigio: neutralità.

 

 

Islam

Bianco: illuminazione interiore.

Nero: assenza di speranza.

Rosso: colore della vita, rappresenta 2 significati opposti che riguardano la polarità maschile/femminile, luce/buio, ecc…

Azzurro: disgregazione della materia, trasformazione della realtà in immaginazione.

Giallo oro: comunicazione ed espansione.

Verde: colore del Paradiso e dell’eternità, conoscenza e immortalità.

 

 

Come abbiamo visto nel precedente articolo (clicca su: Perché preferiamo un colore ad un altro? ) le culture, le religioni, le connotazioni date alle varie tonalità dalla società, dai media e dalle pubblicità, possono influire sulla nostra preferenza di un colore piuttosto che un altro.

Ricordiamo che il significato psicologico che ci porta ad amare una tinta o disapprovarne un’altra in certi casi è correlato al significato dato dalla nostra cultura di appartenenza, in altri casi è completamente separato da essa.

 

Ami i colori? Vorresti saperne di più?

Continua a seguire il mio blog, ogni settimana potrai trovare articoli interessanti, oppure scrivimi per informazioni su consulenze e corsi:

info@innerart.it

 

Le pagine social:

Facebook: InnerArt Irene Pischiutta

Instagram: innerart_irenepischiutta

 

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *